Carnevale, la festa di suggestioni

che trasforma Venezia in un mondo magico

La festa del Redentore

illumina i cieli di Venezia

BEST WESTERN PREMIER HOTEL SANT’ELENA

 

Il Labirinto di Borges

 
Il Labirinto di Borges

Al di fuori delle solite rotte turistiche, l’isola di San Giorgio Maggiore è certamente uno dei luoghi più autentici dove recarsi per conoscere il vero spirito di Venezia. Qui, in occasione del venticinquesimo anniversario dalla morte di Jorge Louis Borges, uno tra i più conosciuti e celebrati scrittori argentini, sarà possibile visitare il sontuoso labirinto Borges, una dettagliata ricostruzione del giardino – labirinto che l’architetto britannico Randoll Coate progettò in onore dello scrittore negli anni ’80.

Ispirato a “Il giardino dei sentieri che si biforcano”, uno dei racconti più belli di Borges, il giardino è composto da oltre 3.000 piante che riproducono il nome del poeta come se fosse scritto sulle pagine di un enorme libro aperto.
Uno degli aspetti più interessanti del progetto è l’omaggio che si è voluto fare alla cecità di Borges: gli ipovedenti infatti potranno leggere un suo racconto realizzato in braille e inciso su un corrimano che verrà installato all’interno del giardino aiutando così i non vedenti a orientarsi tra i vicoli: una guida verso l’uscita pensata per chi non vede, condizione che Borges conobbe a partire dagli anni ’50 e che seppe trasformare, grazie all’estro e alla creatività, in spunto per la sua arte.
Il Labirinto Borges è opera permanente della Fondazione Cini che utilizzerà questo spazio per la programmazione pluriennale di eventi culturali di varia natura.
Il labirinto è accessibile al pubblico tramite servizio di visite guidate. Nei giorni feriali, le visite guidate sono riservate a gruppi e solo su prenotazione; nei giorni di sabato e domenica il complesso monumentale è visitabile dalle ore 10 alle ore 17, ogni ora. Per prenotazioni o ulteriori informazioni Civita Tre Venezie 041 22 01 215 info@cini.it.

 Labirinto